Piazza Gina Borellini - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

Il Comune | Area 3° Gestione del territorio | Piazza Gina Borellini - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

Piazza Gina Borellini

Piazza Gina Borellini sorge dove lo spazio era interamente assegnato a viale Garibaldi, che il 29 Maggio 2012 raccoglieva le macerie degli edifici devastati dal sisma che ha colpito l’Emilia. Diviene l’asse centrale di raccordo fra il centro storico e il nuovo polo che gravita attorno a piazza 29 Maggio ed è punto di connessione con le altre polarità urbane, come piazza Roma, largo-giardino Giuseppe Tanferri e piazzale Guglielmo Marconi, dove la demolizione della vecchia stazione ha consentito la riqualificazione di un’area centrale del paese.

I volumi di piazza Gina Borellini sono ricavati dalla demolizione del palazzo Mari, di cui è rimasta una piccola serie di archi dei portici che ricordano l’affaccio dell’edificio su via della Pace e via Garibaldi e forniranno in futuro l’accesso all’ingresso laterale della chiesa dedicata alla Conversione di San Paolo. L’ambiente urbano ricavato da questa trasformazione è stato completamente riqualificato con una nuova pavimentazione, panchine e un albero nuova polarità, quale simbolo della rinascita del paese e di speranza per il futuro.

I lavori sono stati anche l’occasione per il completo rifacimento della rete dei sottoservizi quali gas, acqua, telefonia ed elettricità, e oggi la piazza, realizzata con una pavimentazione in pietra di Luserna, presenta servizi moderni e una nuova illuminazione dotata di impianto di filodiffusione per eventi e spettacoli. La piazza è impreziosita da una fontana a pavimento che crea una coreografia di acqua e luci affiancata da una lastra in acciaio Corten sulla quale è incisa una frase tratta da un discorso dedicato ai giovani che l’On. Gina Borellini pronunciò negli anni ’90.

Uno spazio progettato in modo da divenire un luogo accogliente, vivace e attrattivo per tutto il centro storico.

L’articolazione della piazza risponde alle sollecitazioni emerse nel percorso partecipato che ha orientato la redazione del Piano della ricostruzione ed è stata oggetto di un concorso di idee promosso dall’Amministrazione comunale al fine di ricercare un intervento di elevata qualità urbanistica ed architettonica.

Il costo complessivo dell’intervento è di € 1.460.782,66 finanziati principalmente dalla Regione Emilia-Romagna con le risorse del cosiddetto ‘Piano Organico’, da risorse ATO (Ambito territoriale Omogeneo per i servizi idrici) e da oneri propri dell’Comune di Concordia. L’intervento è coerente con l’obiettivo indicato dalla Regione Emilia-Romagna di promuovere una ricostruzione di qualità attraverso interventi volti alla rigenerazione degli ambiti urbani e degli spazi pubblici.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (16 valutazioni)