Crisi Martini: chiesto l’esercizio provvisorio per tutelare i lavoratori - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

archivio notizie - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

Crisi Martini: chiesto l’esercizio provvisorio per tutelare i lavoratori

 
Crisi Martini: chiesto l’esercizio provvisorio per tutelare i lavoratori


Pubblichiamo il comunicato stampa redatto al termine della riunione che si è tenuta martedì 4 giugno a Bologna presso la sede della Regione Emilia-Romagna sulla crisi della azienda Martini Light di Concordia e a cui ha partecipato anche il sindaco Luca Prandini

CRISI MARTINI LIGHT: REGIONE, COMUNE E PARTI SOCIALI CHIEDONO L’ESERCIZIO PROVVISORIO PER TUTELARE I LAVORATORI
L’attivazione dell’esercizio provvisorio per poter così accedere alla cassa integrazione da parte dei lavoratori. Questo per dare continuità aziendale in attesa della individuazione di un unico acquirente industriale, opzione che potrà scongiurare che la Martini Light di Concordia venga spezzettata e venduta a blocchi.

Sono queste, in sintesi, le richieste esposte al Dott. Angelo Zanetti, il curatore fallimentare nominato dal Tribunale di Modena, nelle scorse settimane, dopo la non avvenuta formalizzazione della cessione di ramo d’azienda alla Coemar Lighting di Castiglione delle Stiviere. Le istanze sono emerse oggi pomeriggio, a Bologna, nel corso di un incontro, in viale Aldo Moro, cui hanno partecipato Regione Emilia-Romagna e Amministrazione comunale di Concordia, Fim e Fiom di Modena e Rsu aziendali.

L’appuntamento di oggi segue l’incontro, tenutosi la scorsa settimana a Mirandola (Mo), tra il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi, il sindaco di Concordia, Luca Prandini, i sindacati e i rappresentanti delle Rsu aziendale di Fiom e Fim con i lavoratori della Martini Luce di Concordia (Mo).

“Preso atto dell’unica responsabilità in capo all’impresa di quanto successo e preso atto dell’atteggiamento sempre responsabile esercitato dai lavoratori in questi mesi, abbiamo chiesto al curatore fallimentare - spiegano l’assessore regionale Palma Costi e il sindaco di Concordia Luca Prandini - di ripristinare nel più breve tempo possibile un percorso in grado di garantire il futuro ad una storia aziendale radicata in un territorio già fortemente colpito dal sisma del 2012. Questo per poter garantire in primo luogo l’occupazione. Inoltre, per noi è fondamentale valutare la possibilità di dichiarare l’esercizio provvisorio ed eventualmente di chiedere l’utilizzo degli ammortizzatori sociali per accompagnare la nuova fase di vendita o cessione di ramo d’azienda attraverso un percorso ad evidenza pubblica che individui tra i criteri di assegnazione la premialità per chi garantisce maggiore occupazione”.

Bologna, 4 giugno 2018


PRECEDENTI COMUNICATI

Comunicato del 25 maggio 2018
Fallimento Martini: Comune e Regione impegnati per individuare una soluzione che tuteli i lavoratori

Comunicato del 7 dicembre 2017
Alla Martini di Concordia revocata la procedura di licenziamento collettivo 

Comunicato del 24 novembre 2017
Crisi Martini spa: la Coemar Lighting avanza proposta di acquisto

Comunicato del 17 novembre 2017
Crisi Martini spa: tavolo di confronto in regione con azienda, lavoratori e Comune di Concordia
 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (1183 valutazioni)