MOSTRA FOTOGRAFICA "LA GRANDE TENDA" - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

archivio notizie - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

MOSTRA FOTOGRAFICA "LA GRANDE TENDA"

 



Concordia sulla Secchia
Piazza della Repubblica, 31 - Dal 1 al 8 novembre 2017

Inaugurazione mercoledì 1 novembre, ore 11

intervengono:
Luca Prandini, sindaco
Michael Dotti, Presidente Associazione Culturale Fotografica "IL MONOCOLO"
Angela Corazzari, Associazione "Noi per Loro"


L’Associazione Culturale Fotografica “IL MONOCOLO” è nata nel 2012 a Mirandola da un’idea del fotografo professionista Giancarlo Polacchini con lo scopo di far conoscere i vari aspetti del linguaggio fotografico e trasmettere con la fotografia sentimenti, emozioni e stati d’animo. Attraverso l’obiettivo fotografico si vuole ”vedere” cose che altri “guardano” soltanto, aspetto ampiamente dimostrato dando vita al progetto “La Grande Tenda”.
Nel 2015, infatti, i soci del Monocolo hanno deciso di documentare il mondo che ruota intorno alle persone diversamente abili e, per entrare in contatto con una realtà che alla maggior parte di loro era sconosciuto, hanno fatto un lavoro di ricerca, trovando tutti i luoghi del nostro territorio frequentati da questi ragazzi: laboratori protetti, cooperative sociali, luoghi di svago e divertimento, opportunità di socializzazione e di integrazione.
Li hanno resi protagonisti documentando le loro abilità, che sono il frutto di collaborazioni e sinergie tra famiglie, educatori, insegnanti e tante altre persone che ruotano intorno alla loro vita quotidiana, che a volte trascorre in “mondi paralleli”, e in altri casi si intreccia con quello delle persone “normodotate”.
L’auspicio è che questo progetto possa essere un messaggio stimolante per ognuno di noi, utile a rendere queste barriere sempre meno evidenti e che si possa vivere tutti insieme, proprio come se si fosse sotto una grande tenda.
A questo punto è doveroso spiegare il significato del titolo “La Grande Tenda”: durante il triste periodo del sisma del 2012 un socio del Monocolo, che come lavoro fa l’operatore presso un centro diurno per disabili, ha vissuto per alcuni mesi in una tendopoli con i suoi “ragazzi”, le scolaresche e le persone “comuni”, costatando che tutti in ugual modo erano coinvolti nelle attività quotidiane , senza pregiudizi e barriere.
 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (3053 valutazioni)