Bonus facciate - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

archivio notizie - Comune di Concordia sulla Secchia (MO)

Bonus facciate

 

Il cosiddetto Bonus Facciate introdotto dalla Legge di Bilancio 2020, consente una detrazione dell’imposta lorda (IRPEF o IRES), ripartita in 10 quote annuali costanti, pari al 90% delle spese sostenute per gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna di edifici esistenti, ubicati in zona A o B di cui al D.M. 04/04/1968 n.1444.

Le norme regionali in materia urbanistica hanno ridefinito le zone previste dal D.M. 1444/68 in “ambiti”. Al fine di applicare correttamente le previsioni contenute nella Legge di bilancio 2020, è necessaria una comparazione degli stessi all’originaria definizione nazionale. 

Le indicazioni di seguito riportate intendono fornire un ausilio a cittadini e professionisti per l’individuazione degli ambiti del territorio comunale all’interno dei quali gli edifici possono beneficiare del sopra detto bonus

Per l’applicazione del bonus nel PSC/RUE/ PDR del Comune di Concordia sulla Secchia - in base alle definizioni di cui alla L.R. n. 20/2000 – sono individuate:

AS Ambiti storici (Concordia e San Giovani, Vallalta) assimilabile alla Zona A) del D.M. 04/04/1968 n.1444, parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestano carattere storico, artistico e di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti, che possono considerarsi parte integrante, per tali caratteristiche, degli agglomerati stessi;

Ambito urbano Consolidato AC, presente sia nel capoluogo che nelle frazioni, assimilabile alla Zona B) del D.M. 04/04/1968 n.1444, parti del territorio totalmente o parzialmente edificate, diverse dalle zone A): si considerano parzialmente edificate le zone in cui la superficie coperta degli edifici esistenti non sia inferiore al 12,5% (un ottavo) della superficie fondiaria della zona e nelle quali la densità territoriale sia superiore ad 1,5 mc/mq;

Ambito AR 1 parte esclusa dall’ASDR4: esclusivamente per la porzione già edificata a sud est dell’espansione del capoluogo, costituta dalla fitta urbanizzazione minuta e disordinata che costeggia via per S. Possidonio. Quest’area è assimilabile al consolidato, in quanto di realizzazione non recente, soggetta ad intervento diretto come indicato nella scheda ASDR4 del PdR vigente. Sono ammessi, quindi, solo gli edifici esistenti posti all’interno di questo ambito.

Sostanzialmente escluse dai provvedimenti sul bonus facciate le zone di espansione AN e l'ambito agricolo.

L’individuazione degli ambiti del PSC/ RUE/ PdR sopra richiamati è facilmente rinvenibile dalla cartografia disponibile nella sezione Strumenti urbanistici del sito del comune: clicca qui.

Si ricorda che per gli interventi di cui al Bonus facciate da effettuarsi in centro storico si applicano i criteri e contenuti del Piano del Colore e le norme del RUE vigente.

Per informazioni contattare il Servizio edilizia privata al numero tel. 0535 412933.

Il Servizio Urbanistica può rilasciare, qualora richiesto, il certificato di  destinazione urbanistica da chiedersi con le modalità previste sul sito del Comune e specificando che è richiesto per “Bonus Facciate”.

I professionisti ed i privati potranno rivolgersi con le modalità consuete all’ufficio edilizia  e all’ufficio urbanistica per chiarimenti.

Ulteriori informazioni possono essere reperite su www.efficienzaenergetica.enea.it

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (204 valutazioni)